U18 Ecc: Nunzi segna un libero allo scadere, è festa Eurobasket

Eurobasket – Juve Pontedera 70-69 (14-26; 26-42; 47-56)

Eurobasket: Bischetti, Torresani 7, Santini 12, Nannuzzi, Nunzi 3, Voinea 2, Sperduto 18, Paganucci 6, Lergetporer 8, Silvestri 2, De Lullo 12. All. Pilot, Ass. Righetti e Di Chiara

Pontedera: Pugliesi 3, Redini, A. Puccioni 20, Paulinus 6, Puccioni M., Martini 4, Giacché 23, Cecchi 7, Di Sacco 1, Nassi 5. All. Tonti

Arbitri: Barbieri e Di Gennaro

Emergono due sensazioni contrastanti, una per tempo, relative alla partita: la prima è aver sofferto l’aggressività di Pontedera, che con la difesa ci ha mandato fuori controllo fin dall’inizio. La seconda, ovviamente, è l’orgoglio e la gioia per un gruppo di ragazzi che ha ancora una volta dimostrato di non darsi mai per vinto, anche quando era spalle al muro”.

Le parole di Damiano Pilot spiegano al meglio i quaranta minuti di un PalAvenali che, dopo un primo tempo da incubo, permettono all’Eurobasket di compiere, almeno momentaneamente, un passo in avanti molto importante verso gli spareggi di qualificazione alle Finali Nazionali Under 18 d’Eccellenza di Montecatini. L’Eurobasket batte Pontedera 70-69 grazie ad un libero, a tempo scaduto, di Simone Nunzi e sale quota 6 nella classifica del girone F, alle spalle del duo HSC – Don Bosco Livorno e con ben quattro punti di vantaggio sul resto delle inseguitrici: ricordiamo che, in base alla formula, la prima sarà ammessa direttamente alle Finali, seconda e terza giocheranno uno spareggio in gara secca.

Tutt’altro che facile, però, si è rivelato il compito dei biancoblu, desiderosi di riscattare la brutta prova di tre giorni prima con Livorno, ma, evidentemente, altrettanto condizionati ancora alla sconfitta casalinga con i labronici. Per tre quarti abbondanti, anche in virtù di un arbitraggio non del tutto soddisfacente, i toscani hanno controllato la sfida, aggredendo in difesa fin dalla rimessa i portatori di palla dell’Eurobasket, impossibilitata, di fatta, a giocare la propria pallacanestro e a gestire i ritmi a seconda dei momenti.

Accettato quasi come buon compromesso il -16 dell’intervallo, è iniziata, però, la lunga rimonta di De Lullo e compagni, frustata solo momentaneamente dall’espulsione di un componente della panchina, che ha permesso a Pontedera di riallungare nuovamente a +14 ad inizio ultima frazione. Una sanzione che, in realtà, si è rivelata una scossa ulteriore, alla partita dei padroni di casa, capaci di impattare a 69 con due bombe semiconsecutive di Sperduto e bravi a difendere sull’ultimo possesso, costringendo Pontedera ad un tiro che non ha preso neanche il ferro. L’azione decisiva, tuttavia, nasce male e con la difesa toscana brava a togliere ritmo all’attacco, allora Torresani è costretto a prendere un tiro da tre, su cui, provvidenziale, arriva a rimbalzo d’attacco Simone Nunzi, che è il più lesto di tutti ad avventarsi sulla sfera e guadagnarsi il fallo: basta un libero, il secondo, per scatenare la gioia di una sospirata, ma fondamentale vittoria. Quella che, a metà della seconda fase, tiene l’Eurobasket virtualmente agli spareggi con quattro punti di vantaggio, e le vittorie nella gara d’andata, da difendere a denti stretti nelle successive trasferte di Pescara, Jesi e Pontedera.

La classifica dopo cinque giornate: HSC e Don Bosco Livorno 8 (una partita in meno), Eurobasket 6, Jesi, Pontedera e Pescara 2.

Sconfitta, invece, nel pomeriggio, per l’Under 14 Elite, uscita battuta dal campo di Carver Cinecittà 70-52. “Dopo un positivo primo quarto, chiuso in vantaggio di sei lunghezze, abbiamo subito un break di 17-5 – commenta coach Mauro Argento – che ha condizionato il resto della gara. Peccato, perché ci stiamo allenando bene, ma ci servirà difendere meglio per coltivare delle chance di vittoria nelle prossime partite da qui a fine campionato”. Positive le prestazioni di Potenza, Sola e Rosi.