U18 Ecc: Eurobasket ko nello scontro diretto di Valmontone

Virtus Valmontone – Eurobasket Roma 62-56 (11-10; 25-26; 48-44)

Virtus: Silvestri ne, Di Francesco 12, Orlacchio, Ricchiuti, Bianconi ne, Frascati ne, Quartarone 6, Arnaut 8, Ugolini 24, Dosic, Minelli, Peda 12. All. De Cesaris, Ass. Pasquali

Eurobasket: Bischetti 2, Torresani 8, Santini 3, Nannuzzi 5, Mantovani 2, Nunzi 10, Voinea 1, Sperduto 12, Paganucci, Viscardi 4, Silvestri 2, De Lullo 7. All. Pilot, Ass. Righetti

Arbitri: Picchi e Gagliardi

Lo scontro diretto della quarta giornata di ritorno dell’Under 18 d’Eccellenza se lo aggiudica la Virtus Valmontone, che prevale sull’Eurobasket al termine di una partita particolarmente sentita per la posta in palio e, di conseguenza, all’insegna dell’equilibrio e del poco spettacolo. La squadra di Damiano Pilot e Alex Righetti, priva di Lergetporer, conserva almeno la differenza canestri (+15 all’andata), ma ora è chiamata a non fallire quasi mai negli appuntamenti che la attendono da qui al termine della stagione regolare.

Pur senza Santini – arrivato a partita in corso al termine dell’allenamento con la Serie A2 – parte meglio (2-7) l’Eurobasket, ma un paio di contropiedi permettono immediatamente ai padroni di casa di rientrare in partita, innescando un equilibrio che caratterizzerà la gara fino al quarantesimo.

Le due squadre, infatti, si alternano al comando delle operazioni, ma senza mai assumere il pieno controllo della sfida. Ci prova l’Eurobasket (25-30), subito dopo l’intervallo, ma Ugolini, Peda e Di Francesco ricuciono immediatamente lo strappo e, anzi, generano un paio di controparziali della Virtus (37-30; 42-34). In una serata in cui si fatica a trovare un protagonista, ci pensa Nunzi a dare la scossa con due bombe in fila (42-40), ma è ancora Ugolini (10 punti nell’ultimo quarto), a caricarsi la squadra sulle spalle, attaccando il ferro con continuità, a differenza di quanto accade sull’altra sponda. I canestri da tre di Santini, Sperduto e Nannuzzi (58-56) servono, infatti, a tenere agganciata l’Eurobasket, che con un quintetto piccolo in campo, però, rinuncia ad attaccare l’area nelle azioni decisive, affidandosi troppo alle conclusioni dall’arco. I tiri del possibile sorpasso si spengono a malapena sul ferro e dalla lunetta, allora, sono Ugolini, Quartarone ed Arnaut a capitalizzare il successo della Virtus, che aggancia i biancoblu, ma ha già osservato il turno di riposo.

Classifica (tra parentesi le gare giocate, alla seconda fase si qualificano le prime cinque):

Lido di Roma 24 (14), HSC Virtus Roma 22 (11), Stella Azzurra Roma 20 (11), Latina Basket 18 (12), Virtus Valmontone 14 (12), HSC Roma ed Eurobasket 14 (13), San Paolo Ostiense 4 (12), Club Basket Frascati 4 (13), Tiber 2 (13), Palestrina 2 (14).