Sims a -2” dal termine manda in paradiso la Leonis: seconda vittoria in fila su Legnano

Leonis Roma – FCL Contract Legnano 82-81 (21-23, 22-24, 19-20, 20-14)
Leonis Roma: Deshawn Sims 23 (10/18, 1/1), Mitchell Poletti 17 (4/8, 2/2), Michael Brandon Deloach 15 (3/5, 3/8), Giulio Casale 9 (0/1, 3/3), David Brkic 7 (2/3, 1/2), Alessandro Piazza 6 (0/2, 1/3), Daniele Bonessio 3 (1/2, 0/1), Eugenio Fanti 2 (1/3, 0/0), Matteo Frassineti 0 (0/0, 0/1), NE: Gianluca Santini, Matteo Santucci e Leonardo Galli. All. Turchetto, Ass. Di Chiara
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 33 9 + 24 (Mitchell Poletti 9) – Assist: 26 (Michael Deloach 8)
FCL Contract Legnano: Nikolas thomas Raivio 23 (6/11, 3/4), Rei Pullazi 17 (5/6, 2/7), Alessandro Zanelli 11 (2/4, 2/5), Matteo Martini 11 (4/10, 1/2), Federico Maiocco 9 (1/2, 2/6), Simone Tomasini 7 (1/3, 1/1), Daniele Toscano 3 (0/0, 1/1), Luca Gazineo 0 (0/1, 0/0), NE: Edoardo Roveda, Gabriele Berra, William ralph jr. Mosley. All. Ferrari, Ass. Mazzetti
Tiri liberi: 7 / 13 – Rimbalzi: 25 6 + 19 (Nikolas thomas Raivio 8) – Assist: 15 (Alessandro Zanelli 5)

Un canestro di Deshawn Sims a poco meno di due secondi dalla fine, su imbeccata di Deloach, regala alla Leonis il secondo successo consecutivo. Al PalaTiziano la squadra di Andrea Turchetto piega un’ottima Legnano, scesa in campo senza il suo centro titolare Mosley, ma brava a mischiare le carte e condurre fino al +11 a metà terzo quarto.

Chiuso un primo tempo in equilibrio, infatti, con le due squadre alternatesi al comando delle operazioni ma mai con più di cinque punti di vantaggio (28-23; 31-35), Legnano è scattata ancora meglio dopo la pausa (7 triple a segno a metà gara), togliendo le ricezioni in post basso agli avversari e, soprattutto, confondendone le idee con una difesa a zona sempre più costante. Raivio dall’angolo, infatti, segna il +11 (43-54), ma i cavalieri ospiti non hanno fatto i conti con l’ingresso sul parquet, il primo dopo 28′ di panchina, di Giulio Casale. E se la prima bomba (57-62) è neutralizzata da Tomasini, le due successive sono letali nel riportare avanti la Leonis (68-67), punendo anche un errore ravvicinato di Gazineo quando il più sembrava fatto. Un’Eurobasket inedita – spesso in campo con tre piccoli (encomiabile, come al solito, l’energia messa in campo da Fanti) e Bonessio da 4 insieme a Brkic – tocca anche il +4 con un canestro da tre di Deloach (71-67), ma subisce uno sprazzo di Zanelli (bomba della parità, libero per punire una simulazione e altro canestro da tre del 79-81) che potrebbe avere il sapore della beffa, anche perchè i padroni di casa faticano a trovare soluzioni dentro l’area.

Ma un inusuale 0/2 di Raivio ai liberi (22/22 entrando in questa partita) tiene ancora in vita, la Leonis, anche se Poletti converte solo a metà un fallo subito sul filo dei 24”. Sims, allora, oscura la visuale di Martini sull’ultima penetrazione, e Deloach, lucidissimo, può imbeccarne il jumper – dall’altra parte, con fallo subito e relativo libero sbagliato per far correre il cronometro – che vale il quarto successo stagionale della Leonis, che vince per la prima volta due gare di seguito.