Settore giovanile: tutte le gare del weekend

Under 16 Eccellenza : Eurobasket Roma – HSC Basket 66-94 (16-23; 40-55; 56-73)

Eurobasket: Pasquinelli 6, Bischetti 4, Callarà, Colaiacomo 2, Telesca 12, Gaiola 15, Schifalacqua 6, Filiberti 1, Campanella 7, Pavone 7, Dore, Coderoni 6. All. Pilot Ass. Liguori

HSC Roma: Ludovici 12, Marangon 4, Quarta 22, Scalfarotto, Zoffoli 6, Dron 13, Cirulli 10, Nardi, Ndzie 16, Giacomi 2, Meola 9. All. Tonolli Ass. Barilla

L’Eurobasket ci prova, ma non basta ad interrompere l’imbattibilità stagionale della capolista HSC. Senza Mantovani, la squadra di Damiano Pilot oppone una tenace resistenza alla squadra ospite, pagando inevitabilmente qualcosa nel pitturato contro l’ex Quarta e i 2.08 di Ndzie, ma alzando definitivamente bandiera bianca solo nel finale, subendo un gap probabilmente eccessivo per quanto visto in campo.

“Nella mia valutazione della partita conta molto anche il confronto con la partita dell’andata – ammette con serenità, nel dopopartita, coach Pilot – dove ero stato molto critico nei confronti dei ragazzi, perchè erano stati troppo remissivi. Oggi, invece, sono soddisfatto della prestazione e trovo che il risultato finale non rispecchi al meglio quando visto, pagando molto la stanchezza soprattutto nel brutto ultimo quarto che abbiamo giocato. Mi complimento con gli avversari perché non hanno sbagliato davvero nulla, il loro reparto lunghi è davvero di alto livello per questa categoria e difficilmente arginabile, mentre contro i loro esterni abbiamo fatto il massimo, cercando di pressarli per 40′. Ora abbiamo qualche giorno di lavoro prima di confrontarci con la seconda tappa della EYBL, che ci sarà certamente utile per conservare il ritmo partita e prepararci al meglio alle gare conclusive di questa prima fase di campionato“.

Da giovedì a domenica, infatti, il meglio europeo della categoria Under 16 è proprio sul parquet del PalAvenali.

Under 14 Elite: Eurobasket Roma – Olimpia San Venanzio 51-68 (10-17; 28-31; 42-50)

Appuntamento con la seconda vittoria stagionale rinviato per l’Under 14 Elite, che dopo essere stata anche in vantaggio, cede alla maggiore consistenza e solidità dell’Olimpia San Venanzio. Soddisfatto, tuttavia, il commento finale di coach Mauro Argento: “Era una gara importante nel nostro percorso di crescita e di verifica, nonostante un inizio poco concentrato, abbiamo poi giocato alla pari per 25/30 minuti contro una compagine sicuramente più pronta e che lavora assieme da diverso tempo. Dobbiamo lavorare e molto sull’approccio alla partita e sulla gestione dei possessi che devono essere solo di squadra, senza inutili individualismi. Adesso torneremo ad allenarci bene settimana, preparandoci con il giusto entusiasmo per le partita di venerdì“.

Under 16 Regionale: Eurobasket Roma – Futura Sport 76-68 (12-25; 32-39; 52-57)

Eurobasket: Laurentini, Tornatora 10, De Liso 2, Bernardini, Marrone 32, De Lorenzo, Cerutti 8, Santoni 4, Manti, Roncace 9, Paolini 4, Maggini 7. All. Argento, Ass. Oppi

Maone (K) 26, Villa, Salvalaggio 7, De Petris 7, Magliocchetti, Castellani 2, Ahmed, Taddei 25, Frison, Sottile 1, Piva. All. A. Sordano, Ass. S. Petrucci.

Trentanove minuti passati in scia ad inseguire, tenendo quella traiettoria presa d’infilata proprio sul più bello: è così che matura il sesto successo stagionale, su nove partite, per l’Under 16 regionale, composta per larga parte da giocatori un anno sotto età.

Marrone, in doppia doppia a dispetto di un altezza che non è certo quella di un lungo, impreziosisce anche con 10 rimbalzi una partita da ben 32 punti, ma coach Argento resta prudente e concentrato, nonostante la vittoria: “Come prima cosa faccio i complimenti alla squadra avversaria, sicuramente la classifica non rispecchia l’ottimo gioco messo in campo. Noi abbiamo cercato di giocare con i nostri soliti ritmi ma per almeno tre quarti non siamo riusciti ad essere bassi sulle gambe in difesa ed ad eseguire in attacco. Alla fine la grinta e lo spirito giusto ci hanno premiato ma sicuramente non sono soddisfatto della prestazione. Adesso dobbiamo cambiare marcia e concentrarci sul prossimo impegno“.

Under 15 Eccellenza: Eurobasket Roma – Olimpia San Venanzio 72-66 (18-25; 32-40; 58-54)

Eurobasket: Vagnini 4, Ortiz 14, Alecu 26, Rama 3, Damiani 4, Marrone, Telesca 13, Croce 8, Santoni, Sassaroli. NE: Bernardini e De Liso. All. Oppi, Ass. Argento

Olimpia Roma SV: Cenciarelli 18, Becchetti 11, Corriere 16, Mattiangeli 2, Greco 12, Di Marzio, Piazza, De Rosa 2, Menei 3, De Santis, Pisana, Danaro 2; Coach: Pistorio, Ass: Fascia

Se c’è una squadra a cui il carattere certamente non fa difetto, quella è l’Under 15 d’Eccellenza dell’Eurobasket. Sotto di ben sedici lunghezze ad inizio secondo quarto (19-35), Cristian Alecu e compagni tirano fuori, ancora una volta, tutto il loro orgoglio e ribaltano una situazione apparentemente compromessa, portando a casa uno scontro diretto di notevole importanza.

Contro l’Olimpia San Venanzio arriva la sesta vittoria stagionale su otto gare per i 2003 di Stefano Oppi e Mauro Argento, che intravedono la vetta (c’è la Stella due punti avanti, battuta solo proprio dall’Eurobasket) e domani sono chiamati – palla a due al PalAvenali alle 20.30 – ad un’altra autentica battaglia contro Lido di Roma, squadra che segna 81 punti di media ed è appaiata in graduatoria ai biancoblu.

Che non dovranno dimenticare di continuare a giocare di squadra e non concedersi distrazioni, solo in questo modo si potrà continuare ad avere legittime ambizioni d’alta classifica, che comunque rendono merito alla generosità di un gruppo bravo a non darsi mai per vinto. Neanche sul -16, pur dopo un buon inizio (12-6), dicevamo, causa tante palle perse ed una scarsa fluidità di squadra a beneficio di qualche inefficace soluzione individuale, in grado, più che altro, di aprire la strada al contropiede avversario. Poi, la reazione – positivo l’impatto dalla panchina di Vagnini – guidata soprattutto da Diego Ortiz, anche per non vanificare in un attimo il prestigioso successo in casa della Stella Azzurra, supportato dalla prevedibile strigliata di metà gara, che ha prodotto i risultati sperati. Dopo la pausa lunga, infatti, torna in campo una squadra ben diversa da quella dei primi quindici minuti, capace di essere molto più attenta in difesa ed equilibrata in attacco, dove, a punire la zona avversaria, ci ha pensato soprattutto Alecu con tre bombe consecutive.

Così, passato lo spavento, la squadra capitanata da Samuele Rama ha approcciato all’ultimo giro di lancette forte di nove punti di vantaggio, potendo congelare dalla lunetta, con i liberi di Croce, l’ultimo tentativo di rientro in partita degli ospiti. In questo modo, dunque, l’Eurobasket sale a quota 12 in classifica e domani può giocarsi – in attesa dell’altro recupero, Alfa Omega – Stella Azzurra – la vetta della classifica almeno per una serata.