Leonis in trasferta a Rieti con un tabù da sfatare, Casale: “Campo difficile, ma faremo di tutto per vincere”

Ultima trasferta di stagione regolare per la Leonis Eurobasket che, reduce dal bel successo di domenica scorsa nella stracittadina con la Virtus, viaggia alla volta di Rieti per sfatare un tabù. I sabini, infatti, sono l’unica squadra che l’Eurobasket non ha mai battuto nelle sue due stagioni di A2 (3-0 i precedenti, con due vittorie in trasferta), dato che accresce ulteriormente il già favorevole conto di 6-2 a favore della NPC nelle gare giocate in Serie B.

 Precedenti che avranno valore relativo al momento della palla a due di domani (diretta LNP Tv, ore 18), gara che indirizzerà in maniera determinante il finale di stagione delle due squadre. Separate da due punti in classifica (26-24 a favore della NPC), le compagini presiedute da Peppe Cattani e Armando Buonamici hanno la certezza – matematica in un caso, virtuale (la Virtus dovrebbe vincere le ultime tre partite e sperare in due ko biancoblu, ma con differenza canestri pari e quoziente canestri inferiore) nell’altro, della salvezza e sono ancora in corsa per un posto nei playoff.

Per uscire indenne da un PalaSojourner sempre ostico, pur se violato già sei volte in stagione, la Leonis avrà, però, bisogno di un impatto decisamente diverso rispetto alla partita dell’andata (0-9 al via per la squadra di Rossi, in vantaggio per 40’ filati) ed una applicazione difensiva pari a quella di sette giorni fa. Queste, le parole nel prepartita di coach Andrea Turchetto:  “Rieti è una squadra molto prestante fisicamente, soprattutto tra gli esterni, in primis Tommasini e Casini, ma con l’incognita del nuovo arrivo Ryan Martin: servirà quindi capire come lo integreranno, se cambieranno qualcosa e con che quintetto partiranno. E’ una partita da preparare lasciando aperte diverse opzioni da parte nostra, in base a quello che troveremo”.

 Proprio l’ala giamaicana ma di passaporto inglese, arrivata a sopperire all’infortunio di Jamal Olasewere, già operato con successo, è l’ultima novità della sfida di domani: classe 1991, proviene dalla massima serie slovacca, dove con la maglia del Prievidza ha chiuso con 15 punti e 8 rimbalzi per gara, tirando col 50.5% dal campo. Si troverà subito di fronte uno dei suoi predecessori, ovvero quel Deshawn Sims che l’anno scorso, con 20.2 punti e 7.5 rimbalzi di media, ha timbrato la salvezza della NPC al suo primo anno in Italia.

Chi ha vissuto, invece, tutte le sfide tra le due squadre ai tempi della B è Giulio Casale, le cui condizioni sono in miglioramento dopo l’infortunio subito a Trapani alla vigilia di Pasqua:  “Ci aspetta una partita dura, su un campo difficile, ma allo stesso tempo stimolante per la cornice di pubblico che è in grado di esprimere. Sappiamo poco sul nuovo innesto,  ma dovremo a prescindere dare il massimo perché ci giochiamo la nostra ultima chance playoff, una prospettiva che ci si è aperta e vogliamo coltivare senza pressione, ma con la giusta motivazione. Stiamo lavorando bene, reduci da risultati importanti come quello del derby, quindi vogliamo canalizzare positivamente la nostra energia, perché poi eventualmente i playoff sono un campionato a parte, in cui può succedere di tutto, per cui, prima di pensare ai risultati dagli altri campi, dobbiamo fare di tutto per portare a casa le ultime due partite. Sono sulla via del recupero e spero di essere in grado di tornare anche a giocare il prima possibile”.

 Si gioca alle 18.00 agli ordini dei signori Moretti, Marota e Capozziello. Diretta streaming su LNP Tv, aggiornamenti live sul sito ufficiale www.eurobaskeroma.it e i nostri canali ufficiali Facebook e Twitter.