LEONIS KO: LA JUNIOR PASSA AL PALATIZIANO CON GRANDE AUTORITA’

Leonis Roma – Novipiù Casale Monferrato 62-78 (13-18, 27-38, 46-57)

Leonis Roma: Michael Deloach 20 (5/8, 0/4), Alessandro Piazza 16 (2/4, 1/4), Giulio Casale 8 (1/1, 2/3), Mitchell Poletti 6 (2/8, 0/1), David Brkic 6 (3/5, 0/2), Deshawn Sims 4 (1/8, 0/1), Eugenio Fanti 2 (0/2, 0/0), Matteo Frassineti 0 (0/1, 0/1), Daniele Bonessio 0 (0/2, 0/0). NE: Alessandro Cecchetti, Leonardo Galli e Matteo Santucci. All. Bonora, Ass. Di Chiara e Righetti

Tiri liberi: 25 / 31 – Rimbalzi: 29 4 + 25 (Deshawn Sims 8) – Assist: 8 (Michael brandon Deloach, Alessandro Piazza 2)

Novipiù Casale Monferrato: jamarr rodez Sanders 22 (5/6, 4/8), Brett alan Blizzard 18 (4/5, 3/4), Niccolò Martinoni 8 (3/8, 0/2), Davide Denegri 8 (1/5, 2/3), Simone Bellan 7 (1/2, 1/7), Luca Severini 6 (1/4, 1/5), Giovanni Tomassini 4 (2/4, 0/2), Riccardo Cattapan 3 (1/3, 0/0), Fabio Valentini 2 (1/1, 0/1), Alberto Ielmini 0 (0/0, 0/0). All. Ramondino, Ass. Valentini e Fabrizi

Tiri liberi: 7 / 11 – Rimbalzi: 42 11 + 31 (Niccolò Martinoni 9) – Assist: 16 ( jamarr rodez Sanders 6)

Arbitri: Masi, Triffiletti e Valleriani

Una solidissima Junior Casale passa al PalaTiziano con grande autorità, rovinando il debutto interno della Leonis. La squadra di coach Marco Ramondino, sempre priva del lungo Marcius, comanda le operazioni fin da principio (0-8 l’inizio e primo libero di Poletti dopo 3.40”), trovando, a turno, protagonisti in attacco e giocando, soprattutto, una partita di estrema solidità difensiva. Appena 62 i punti concessi dai piemontesi, molti dei quali in situazioni di contropiede, ad una Leonis (ci saranno solo due canestri di Brkic nella prima metà di gara) che poco ha potuto, a difesa schierata, contro la muraglia ospite, distendendosi decisamente meglio in velocità.

Due canestri di Deloach (5-8) provano a rianimare la squadra di casa, che viene doppiata da Blizzard (9-18), ma si riavvicina ancora con tre punti del suo USA e due canestri dalla media di Poletti (18-20 al 13′). E’ un attimo, però, perchè le bombe di Sanders e Severini spingono la Junior già al primo vantaggio in doppia cifra: 18-28. E’ il preludio a quella che è già la fuga decisiva, perchè Martinoni appoggia comodamente per il +14 (24-38) e solo sulla sirena di metà gara Piazza trova la prima bomba in 20′ dei suoi.

A questo punto si accende Sanders (19 punti nel secondo tempo), che sarà l’unico terminale offensivo ospite nello sprazzo che porta la Leonis a -7 (33-40, con l’unico canestro di Sims dal campo), ma l’americano e Valentini aggiornano a +17 (39-56) il massimo gap piemontese, nei minuti finali del terzo periodo. Piazza e Casale, i migliori del terzo periodo, firmano un break di 7-0 (ci sono anche due liberi di Fanti), che tiene la Leonis a -10, prima che la seconda bomba di Casale porti lo svantaggio anche sotto la doppia cifra (54-63). E’ l’ultimo sussulto, però, perché sui due lati del campo non si segnerà per lunghi minuti, prima dei canestri della staffa di Sanders ed un chirurgico Blizzard.

Sabato ancora una piemontese sulla strada della Leonis, di scena nell’anticipo di Voghera sul parquet della Bertram Tortona.