Leonis – Cuore Napoli Basket, la sala stampa dei coach Turchetto e Bartocci

Andrea Turchetto (Leonis Eurobasket): “Credo che oggi abbiamo fatto ampiamente il nostro dovere, in una partita importante. Siamo una squadra che sta cambiando faccia e struttura, come anche i punteggi dicono: anche i 54 punti subiti oggi dimostrano impatto difensivo e una struttura leggermente diversa. Abbiamo giocato i primi due quarti un po’ a sprazzi, senza riuscire ad azzannare la partita un paio di volte sul +10 anche per qualche canestro da tre dei loro esterni, del resto Napoli, al di là della classifica, sta dimostrando di lottare pur calando per problemi di rotazione e punti nelle mani, ma non l’abbiamo capito subito, facendoli rientrare. Poi nel terzo siamo partiti molto bene, decisi, andando in controllo fino alla fine”. 

Maurizio Bartocci (Cuore Napoli Basket): “Sono arrivato giovedì pomeriggio, abbiamo fatto un allenamento e mezzo e siamo partiti per venire qui, quindi non credo si possano cambiare le abitudini e i modi di fare che ci sono stati fino ad ora, credo che all’inizio abbiamo avuto anche una discreta reazione e la squadra è rimasta attaccata alla partita. Avevo chiesto di aumentare l’intensità difensiva e rispetto ai 90 punti presi nelle ultime partite, la squadra ha provato a tenere sotto controllo la difesa, Roma ha un talento dieci volte superiore al nostro, per cui noi dobbiamo mettere la voglia, soprattutto se non abbiamo talento in attacco, dobbiamo sbatterci in difesa. Non credo che le 13 palle perse siano reali, il grande tallone d’Achille è la gestione dei tempi e dei palloni, abbiamo avuto questo passaggio a vuoto nel terzo quarto, quando siamo arrivati a -6 abbiamo preso due tiri consecutivi da tre punti di Deloach, un paio di canestri importanti anche con le mani in faccia che poi hanno fatto la differenza. In quel momento sono venuti a galla tutti i nostri limiti di questo periodo, e ne è seguita anche una esecuzione offensiva pessima, un aspetto sul quale vogliamo provare a lavorare almeno in questa settimana”.