La sala stampa di Leonis – Pallacanestro Biella

Innanzitutto complimenti ai miei giocatori che hanno disputato una partita incredibile, penso sia la prima volta che lo dico in conferenza stampa. Abbiamo giocato un primo tempo difensivamente molto solido, subendo soli 33 punti con un canestro allo scadere dei 24” e una piccola distrazione sul pick and roll, giocando molto bene anche in attacco. Poi siamo ripartiti un po’ così così in attacco, perdendo un po’ di concentrazione e smettendo di eseguire anche per la loro aggressività, ma poi si è aperta un’altra partita nella quale non abbiamo più commesso grosse sbavature a parte i grandi canestri di Ferguson e Bowers, trovando a turno, in attacco, sempre soluzioni abbastanza valide per mettere i nostri giocatori nelle migliori condizioni per fare la cosa giusta”.

Abbiamo giocato una partita molto simile a domenica scorsa, nettamente vincenti nelle statistiche di quantità come i rimbalzi, a dimostrazione del desiderio che la squadra mette per provare a ottenere il risultato, ma perdenti in quelle di qualità, come le percentuali, limiti su cui dovremo lavorare meglio. La più grossa lacuna al momento è condividere le responsabilità, non solo quando siamo in vantaggio, ma anche in affanno, invece la tendenza è a delegare troppo: qualcosa che abbiamo accettato all’andata, nella crescita di una panchina giovane, ma da cui ora ci aspettiamo una spinta in più. Gli errori fanno parte di questo gioco, sbagliano anche Ferguson e Chiarastella, ma vogliamo che siano figli del fare e non del delegare, per questo servirà qualcosa di nuovo e diverso. La partita si poteva vincere o perdere, peccato che nel finale degli episodi l’abbiano resa nervosa e non serena andando oltre il basket, ma complimenti a chi ha fatto i due punti”.