La sala stampa di Leonis – Cagliari

 

Andrea Turchetto (coach Leonis): “Era una partita delicata dopo due brutte trasferte su campi comunque difficili ed era un po’ una messa alla prova per capire quanto feeling, eventualmente, avessimo perso rispetto a prima della pausa Coppa Italia e abbiamo dimostrato difensivamente, almeno in casa, piuttosto di non averlo perso. E’ certamente una vittoria importante, ribaltando ampiamente anche la differenza canestri (-6) rispetto all’andata una partita aiutata certamente dalle percentuali del primo quarto, ma se abbiamo chiuso con 24 assist su 35 canestri totali è sintomo di un attacco equilibrato, con tiri aperti e ben costruiti, quasi tutti assistiti tranne qualche canestro in uno contro uno dal post basso dove avevamo un vantaggio di taglia”.

Riccardo Paolini (coach Cagliari): “Troppe palle perse (18), troppi rimbalzi d’attacco concessi (12) e troppa differenza negli assist (24-8), la differenza della partita sta tutta qui, nell’atteggiamento con cui Roma ha affrontato la partita, mordendoci dal primo secondo e nella nostra paura di essere aggrediti. Queste partite si giocano così e chiunque giocherà i playout dovrà capirlo, non sempre abbiamo avuto questo atteggiamento, non eravamo così remissivi dalla partita di Biella e ora ci andiamo a giocare, con tutto ciò che comporta il caso Reggio Calabria,  il finale di campionato, pur essendo ridicolo non sapere cosa succederà: tutti sono zitti, invece ci vorrebbe la rivoluzione. Qualunque decisione accada, il campionato rischia di essere falsato”.