Coach Turchetto nella sala stampa del PalaCalafiore

Parto da due dati statistici, abbiamo tirato dal campo tre volte in più della Viola (58-55), ma andando in lunetta quattordici volte in meno, 13 contro 27: un dato che tengo a mente soprattutto per la tipologia di gioco che abbiamo, che prevede di appoggiare tanto la palla in post basso ai nostri lunghi. Diventa rilevante, quindi, aver tirato solo due tiri liberi nei primi due quarti, che abbiamo condotto per almeno quindici minuti. Per il resto brava è stata Reggio Calabria a cambiare inerzia in difesa, aggredendoci con Rossato su Deloach a tutto campo e mettendoci n difficoltà sui pick and roll. Come sempre, finché siamo efficaci in attacco, ne veniamo a capo anche in difesa, restando abbastanza concentrati sulle nostre idee iniziali, quando poi il nostro gioco si inceppa e le squadre ci aggrediscono, vengono fuori tutti i nostri limiti: alle volte veniamo penalizzati anche al di là dei nostri demeriti, non è la prima volta che succede ed è un fattore su cui dovremo lavorare e porre attenzione”.